Passione

Guidati dal successo

Guidati dal successo

Il famoso contest Testa Rossa Awards premia i migliori talenti delle Concessionarie Ferrari a livello mondiale. Ecco i vincitori del 2020…
di

Ben Pulman

La patria di Ferrari è l’Italia, ma la sua famiglia è sparsa per il mondo. E così troviamo Clienti e appassionati entusiasti e competenti in tutti i continenti. E lo stesso vale per la rete di Ferrari Dealer esclusivi e talentuosi.

Ma sono le persone a essere il cuore pulsante delle Concessionarie. I nostri collaboratori. Collaboratori che accolgono i fan del Cavallino e li accompagnano nel loro viaggio nel brand, trasformando un sogno in realtà. Collaboratori che creano rapporti di lungo termine con Clienti appassionati. Collaboratori grazie ai quali ogni richiesta di assistenza viene soddisfatta fin nel più piccolo dettaglio.

Il loro lavoro non passa di certo inosservato ed è premiato sia dall’apprezzamento e dai ringraziamenti dei proprietari di un modello Ferrari, sia dalla stima dei colleghi all’interno di ogni Concessionaria. Ma Ferrari fa addirittura un passo in più, individuando e segnalando i migliori talenti all’interno della nostra famiglia di tecnici, addetti alle vendite, al post-vendita e al marketing e premiandoli nell’ambito dei Testa Rossa Awards.

Il nome di questi premi, istituiti nel 2017, ha un significato speciale: "Testa" fa riferimento al nostro lato razionale, con un approccio basato sulle conoscenze, mentre "Rossa" richiama la passione e l’anima di Ferrari. Ovviamente è anche un omaggio alla Ferrari 250 Testa Rossa del 1950, un’auto che incarna perfettamente l’idea di competizione.

Top Sales Executive: Achatz von Hake &ndash; LUEG Sportivo GmbH, Germania<br /><br />&quot;La presentazione della SF90 Spider nel nostro showroom e quella digitale della Portofino M sono stati momenti indimenticabili nel 2020. &Egrave; stato fantastico sorprendere i Clienti regalando loro un sorriso durante questo periodo cos&igrave; difficile&quot;.<br />
Top Sales Executive: Achatz von Hake – LUEG Sportivo GmbH, Germania

"La presentazione della SF90 Spider nel nostro showroom e quella digitale della Portofino M sono stati momenti indimenticabili nel 2020. È stato fantastico sorprendere i Clienti regalando loro un sorriso durante questo periodo così difficile".

Nelle tre edizioni precedenti, i finalisti delle quattro categorie dei Testa Rossa Awards si sono riuniti a Maranello per la selezione finale, della durata di una settimana. Il 2020 è stato però un anno diverso dagli altri e, quindi, la Ferrari Academy ha dovuto trovare un nuovo modo per premiare il meglio del meglio. Ed era necessario farlo. In un anno in cui tutti si sono sforzati al massimo, infatti, era fondamentale riconoscere il talento più brillante nel cuore Ferrari.

Top Marketing Executive: Sheine Ebora &ndash; Ital Auto Pte Ltd, Singapore<br /><br />&quot;Ferrari &egrave; la mia fonte di forza, e lavorare per il Cavallino &egrave; un sogno che diventa realt&agrave;. Vedere che il brand per cui lavoro con impegno da nove anni riconosce il mio valore &egrave; qualcosa che ricorder&ograve; con emozione per il resto della vita&quot;.<br />
Top Marketing Executive: Sheine Ebora – Ital Auto Pte Ltd, Singapore

"Ferrari è la mia fonte di forza, e lavorare per il Cavallino è un sogno che diventa realtà. Vedere che il brand per cui lavoro con impegno da nove anni riconosce il mio valore è qualcosa che ricorderò con emozione per il resto della vita".

"Già essere uno dei finalisti è un grande onore", dichiara il direttore della Ferrari Academy, Oreste Cappiello. "Ma vogliamo anche incoronare i nostri campioni. Ferrari è un vero brand di lusso, quindi assumiamo, tratteniamo e premiamo solo il meglio. Ci impegniamo ogni giorno. E i Testa Rossa Awards sono un modo per riconoscere il talento di chi rende i Ferrari Dealer così speciali".

Top Technician: Sebastian Villeta &ndash; Francorchamps Motors Brussels, Belgio<br /><br />&quot;Da bambino, uno dei miei primi modellini &egrave; stato quello di una Ferrari F40. Ce l&rsquo;ho ancora oggi. Ero affascinato dal motore che si vedeva sotto il lunotto e gi&agrave; all&rsquo;epoca sapevo che avrei lavorato per Ferrari&quot;.
Top Technician: Sebastian Villeta – Francorchamps Motors Brussels, Belgio

"Da bambino, uno dei miei primi modellini è stato quello di una Ferrari F40. Ce l’ho ancora oggi. Ero affascinato dal motore che si vedeva sotto il lunotto e già all’epoca sapevo che avrei lavorato per Ferrari".

La prima fase del contest si è svolta come di consueto. Tutti i partecipanti delle quattro categorie (Top Technician, Top Service Manager, Top Marketing Executive e Top Sales Executive) hanno completato le formalità d’accesso da remoto. Partendo da oltre 3000 candidati, il cerchio si è ristretto a una rosa di appena 12 campioni regionali in ogni categoria. Ma come proseguire con la valutazione?

"Abbiamo optato per una valutazione digitale", spiega Cappiello. "Ci sono state discussioni e presentazioni online. Grazie alla nostra tecnologia, siamo addirittura riusciti a fare in modo che i 12 tecnici finalisti potessero, da remoto, valutare e sottoporre a diagnosi vetture qui a Maranello. Un altro grande traguardo: abbiamo rispettato l’orario lavorativo di ogni finalista, anche di quelli che lavorano dall’altra parte del mondo (per esempio, in Nord America o in Cina). I finalisti arrivavano da 18 Paesi, quindi sono stati i giudici di ogni categoria a lavorare 24 ore su 24. Abbiamo avuto anche noi il nostro bel daffare!"

Top Service Manager: Fabio Nicoletto &ndash; Ineco Auto S.p.A. Padova, Italia<br /><br />&quot;Sono estremamente felice di lavorare nella nostra Concessionaria fin dalla sua apertura, 13 anni fa, e di contribuire al suo successo. Ma, dal punto di vista professionale, vincere questo premio non ha pari&quot;.<br />
Top Service Manager: Fabio Nicoletto – Ineco Auto S.p.A. Padova, Italia

"Sono estremamente felice di lavorare nella nostra Concessionaria fin dalla sua apertura, 13 anni fa, e di contribuire al suo successo. Ma, dal punto di vista professionale, vincere questo premio non ha pari".

I finalisti non hanno potuto visitare Maranello in questa occasione, come invece è accaduto negli anni passati, quando si riunivano nel paese emiliano non solo per prendere parte alla competizione, ma anche per godere di esclusivi vantaggi che dimostrano tutto il nostro apprezzamento per il loro impegno (come test drive sul circuito di Fiorano). La loro reazione evidenzia però perché hanno meritato il premio. Tutti, senza alcuna eccezione, erano onorati di essere stati scelti. Il titolo è servito solo a rafforzare la loro dedizione al Cavallino, alla loro Concessionaria e, ovviamente, ai Clienti.

Congratulazioni ai nostri quattro campioni. E grazie a ogni collaboratore nelle Concessionarie.

Ferrari