Passione

I MIGLIORI AMICI

I MIGLIORI AMICI

I proprietari di Ferrari di tutto il mondo raccontano come condividono la passione per il marchio con i loro amici a quattro zampe
di

Kevin M. Buckley, Gordon Sorlini

Quando va in giro con la sua Ferrari, Yvonne McCarty ama portare con sé una delle sue migliori amiche,Ivy. Sulla sua California, Ivy sta seduta sul sedile posteriore. Ma come ci racconta Yvonne: “Sulla Lusso invece le abbiamo creato una cuccia nel retro”. Quando parcheggia, Yvonne lascia il bagagliaio aperto. “Lei si siede e mi guarda mentre mi allontano, e resta lì fino al mio ritorno”.

Forse sembra tutto un po’ crudele per un’undicenne. Ma “Miss Ivy” è un bellissimo esemplare di Irish Soft Coated Wheaten Terrier. Discendente di campioni di bellezza in Europa e Australia, Ivy ama visitare persino il circuito. “Non le dà fastidio il rumore”, insiste Yvonne. “Anzi, va in visibilio!”.

Questa straordinaria razza irlandese possiede anche una peculiarità che la rende perfetta per i viaggi in automobile: “Il suo pelo lanoso
non ha odore”, rivela Yvonne con gioia. “Non perde pelo né in casa né in macchina”.

'Miss Ivy', un Irish Wheaten Terrier dal pelo morbido, con l'affascinante proprietaria, Yvonne McCarty  Foto: Josh Kelly
'Miss Ivy', un Irish Wheaten Terrier dal pelo morbido, con l'affascinante proprietaria, Yvonne McCarty Foto: Josh Kelly

In Inghilterra, Gary Redman è meno fortunato sul fronte del pelo. Il suo passeggero a quattro zampe “ne perde tantissimo”, come ammette lui stesso. La moglie Lisa lo conferma. “E io lo devo passare l’aspirapolvere dopo ogni giro in macchina”, spiega.

Il passeggero è Barney, un Bulldog inglese con una vera passione per la Ferrari Portofino di Gary. “Appena apro la porta del passeggero,
lui sale subito a bordo”.

Un cane con la cintura di sicurezza che sfreccia a bordo di una Rossa non si vede tutti i giorni, ma stiamo parlando di 25 kg di muscoli canini. Il cinquantenne CEO e fondatore di NewCareers Recruitment Specialists ha collezionato una nutrita serie di creazioni moderne
della Casa di Maranello, come una California T, una 458 Spider, una F12 70th Anniversary e una 488 Pista Piloti.

Quando sfreccia a bordo della Portofino, Barney attira in genere molti sguardi divertiti. “Le persone si voltano perché è una Ferrari. Ma poi continuano a guardarci perché c’è un cane a bordo”, aggiunge Gary ridendo. 

Gary Redman con Barney, il suo British Bulldog - entrambi grandi fan della Portofino  Foto: Duncan Innes
Gary Redman con Barney, il suo British Bulldog - entrambi grandi fan della Portofino Foto: Duncan Innes

Nel frattempo, ad Amsterdam, ciò che Frank Boon ama sopra ogni cosa è guidare la sua Ferrari 458 Spider, col tettuccio abbassato e una compagnia femminile al suo fianco.

 Una volta giunti al ristorante, come un vero gentiluomo, Frank fa il giro dell’auto per aprire cortesemente la portiera della sua passeggera. Ed ecco saltare giù una scodinzolante femmina di Jack Russell. Chi assiste alla scena non riesce a trattenere un sorriso. “Proprio così”, afferma ridendo. “Tutti si aspettano di vedere scendere un’elegante signora, invece saltella giù la piccola Joep!”

Joep (che si pronuncia “Yoop”) ha nove anni e lo segue ovunque, tranquillamente accoccolata sulla sua copertina, alla sedia del ristorante prenotata appositamente per lei. 

Ma una razza così vivace non causa problemi mentre Frank è al volante? È un Jack Russell ma ha il carattere di un Labrador”, dichiara Frank. La prima volta che hanno attraversato una galleria “si è spaventata quando ha sentito il rumore dello scarico rimbombare sulle pareti”, ricorda Frank lasciandosi scappare una delle sue risate contagiose. Così ora passa dalla modalità “Race” alla modalità “Sport”.

Ma c’è una domanda che sorge spontanea: Joep ha mai lasciato qualche “ricordino” dentro la vettura? “No, assolutamente”, tuona Frank. “Non ha mai sporcato in macchina!” Vicepresidente di PvH Heritage Brands Europe ed ex amministratore delegato di Tommy Hilfiger The Netherlands, Frank ha iniziato la sua storia d’amore con le Ferrari quando ha messo piede per la prima volta nella concessionaria Kroymans di Hilversum, circa sei anni fa.

“Appena sono entrato, ho capito che dovevo comprare quella Ferrari”. Era una 430 Spider in Grigio Silverstone. Attualmente guida una 458 Spider dello stesso colore. Joep è mai venuta in concessionaria? “Ma certo! I ragazzi di Kroymans la adorano!”

Joep, il Jack Russell, accompagnato dal suo autista personale, Frank Boon, con la loro 458 Spider  Foto: Amy Shore
Joep, il Jack Russell, accompagnato dal suo autista personale, Frank Boon, con la loro 458 Spider Foto: Amy Shore

Nel nord dell’Australia, Luke Nugent ha due Bull Terrier: Stella, nove anni, e Lilly, sette mesi. 

Nel 2018 ha acquistato la sua prima Ferrari, quando una Superfast 812 ha attirato il suo sguardo in una concessionaria di Melbourne. “Sono entrato per dare un’occhiata e ne sono uscito dopo averla acquistata”. 

Dopo una giornata sul circuito di Philip Island, ha deciso di comprare una 488 Pista Spider presso la concessionaria Gold Coast locale. “La Pista è la migliore auto che abbia mai guidato. Mi piace il suo aspetto, in particolare la Pista Spider”.

Luke Nugent, con il Bull Terrier Inglese Stella, al volante della sua 488 Pista Spider  Foto: Giys Spierings
Luke Nugent, con il Bull Terrier Inglese Stella, al volante della sua 488 Pista Spider Foto: Giys Spierings

I cani hanno preso bene la sua passione per il Cavallino Rampante e Stella ha fatto un giro sulla Superamerica. “Andavo piano e lei sembrava divertirsi. Ha grandi zampe e le piace appoggiarle sul cruscotto”.

Dalle parti di Dubai un barboncino di nome Dolce ha sposato le abitudini automobilistiche del suo padrone, Clint Wilfred, i cui percorsi preferiti si snodano tra le Dolomiti e l’Oman.

Sabrina e Clint Wilfred con il loro barboncino francese nano, Dolce  Foto: Mohammed Somji
Sabrina e Clint Wilfred con il loro barboncino francese nano, Dolce Foto: Mohammed Somji

Ciò che invece ama della razza del suo cane è semplice: la moglie Sabrina “ha sempre desiderato un barboncino”.

Sia la moglie che i figli si sono da subito affezionati a Dolce che, a sua volta, ha iniziato ad amare il Cavallino Rampante, trascorrendo “la maggior parte dei fine settimana” a bordo della Portofino, su strade deserte che offrono il massimo dello spazio per godere del sound inconfondibile dei motori Ferrari.

Il tre volte Campione del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli North America Cooper MacNeil con il Labrador Scout nel 2018
Il tre volte Campione del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli North America Cooper MacNeil con il Labrador Scout nel 2018

 

 

Ferrari