Passione

Una cavalcata lungo la costa

Una cavalcata lungo la costa

Per l'ottava volta la Ferrari Cavalcade ha riunito oltre 200 partecipanti da 20 paesi a bordo di oltre 100 vetture per un ‘esperienza unica di viaggio, cultura e spettacolo immersi nei meravigliosi paesaggi della Campania

Guidare lungo alcune delle strade più scenografiche d’Italia, sostare di fonte a palazzi e piazze di spettacolare bellezza e “attraversare” un’isola gioiello che il mondo ammira.  È stato questo l’affascinante menu offerto dall’ottava Ferrari Cavalcade che ha portato oltre 100 Ferrari da tutto il mondo attraverso i magnifici paesaggi della Campania.

Anche quest’anno l’evento ha offerto esperienze di guida uniche agli appassionanti ferraristi, lungo percorsi da sogno che permettono di apprezzare appieno le performance delle vetture contemporanee della Casa.

A cominciare dalla statale 163 amalfitana da molti considerata la strada panoramica più spettacolare d’Italia che collega alcuni dei borghi più belli del Paese, come Sorrento o Positano, abbarbicati con i loro palazzi sulle rocce che scendono a strapiombo su baie e calette. Ma il viaggio quanto mai ricco di sorprese ha permesso ai partecipanti alla guida della loro Ferrari di assaporare  tutta una varietà di paesaggi che solo il territorio campano può regalare, come il meno conosciuto ma affascinante entroterra, dal Parco del Partenio alle pendici del Vesuvio. Con una sorpresa finale.

Il tour è iniziato martedì 18 giugno con una visita alla città di Benevento, dove le Ferrari sono state ammirate in Corso Garibaldi.

Il giorno seguente le vetture si sono disposte sul lungomare di Salerno, prima di percorrere i tornanti della Costiera fino a Sorrento. Il 20 giugno la Reggia di Caserta e il centro di Napoli hanno fatto da cornice alla Cavalcade, con una sosta in Piazza del Plebiscito. Ma la vera sorpresa è stata l’ultimo giorno quando tutte le vetture hanno potuto sfilare lungo le strade della favolosa isola di Capri, un privilegio in estate riservato solo ai residenti. Il percorso che si arrampica tra il porto e la cittadina di Anacapri ha permesso di ammirare lungo i tornanti le magiche bellezze dell’isola, dai Faraglioni alla baia di Marina Piccola. Ma per una volta Capri ha dovuto condividere l’ammirazione di turisti e abitanti con le Ferrari in parata. 

Oltre 200 collezionisti e appassionati hanno composto gli equipaggi provenienti da più 20 Paesi, con una grande rappresentanza di Europa, Stati Uniti, Medio Oriente, e con numerosi partecipanti anche dell’Estremo Oriente, Nuova Zelanda e Australia.

Assai ricca anche la selezione dei modelli presenti con molte vetture contemporanee come la Ferrari Portofino e la 488 Pista Pilota, ma anche serie speciali limitate come la Ferrari Enzo e LaFerrari Aperta. Numeri che rispecchiano l’attrazione senza confini del marchio di Maranello che ancora una volta con questo programma d’eccezione ha offerto un grande spettacolo che lega la Casa automobilistica più famosa al mondo a questi luoghi simbolo della bellezza italiana.

Ferrari