Passione

7- Roma 1947: la prima vittoria Ferrari al 100%

7- Roma 1947: la prima vittoria Ferrari al 100%

La Ferrari 125 S vince il Gran Premio di Roma alle Terme di Caracalla

Il 1947 è un anno chiave nella storia della Scuderia Ferrari. Il team creato da Enzo nel 1929 diventa costruttore: termina quindi la partnership con Alfa Romeo, che era addirittura stata inserita nello statuto societario, e Ferrari schiera sotto le insegne del Cavallino Rampante le vetture costruite a Maranello. Di queste la prima è la 125 S.

Il progetto della prima Ferrari nasce nel primissimo dopoguerra, a metà del 1945, quando Enzo incarica Gioachino Colombo di progettare una vettura del tutto innovativa. Lo scopo? Ovviamente battere le Alfa Romeo. Il cuore dell’automobile, per Enzo Ferrari, è sempre il motore. Da qui l’attenzione massima nella sua definizione già in questo primo progetto: la scelta cade su un’architettura a 12 cilindri, indispensabile per ottenere grandi prestazioni. La sigla indicativa del motore, 125, rappresenta la cilindrata unitaria: moltiplicando 125 per 12, il risultato è la cubatura effettiva del motore, appena 1.500 centimetri cubici. Il 12 marzo 1947 un boato sconvolge la campagna tra Maranello e Formigine: la 125, ancora senza carrozzeria, è stata accesa e l’avventura Ferrari è cominciata.

La prima storica vittoria Ferrari
La prima storica vittoria Ferrari

Due mesi più tardi, l’11 maggio 1947, è il giorno del debutto in pista al Circuito di Piacenza: la 125 S, con la S che indica la carrozzeria di tipo Sport, è in testa alla corsa quando è costretta al ritiro per un guasto alla pompa della benzina. Un “insuccesso promettente”, lo definisce Enzo Ferrari. Ma la prima vittoria al 100% Ferrari è vicina, basta aspettare pochi giorni: il 25 maggio 1947 si corre il Gran Premio di Roma, su un circuito ricavato lungo i viali intorno alle Terme di Caracalla. Franco Cortese porta la 125 S al successo, completando 40 giri per complessivi 137,6 chilometri alla media di 88,5 km/h. La Ferrari batte di oltre dieci secondi la Maserati di Guido Barbieri e stacca di un giro la Stanguellini di Guido Scagliarini.

Quell’anno sarebbero arrivate altre sei vittorie, tra cui quella nella gara di Parma con Tazio Nuvolari al volante.

Ferrari