LOADING ...
Eventi
31/07/2018

A Goodwood su una Ferrari 812 Superfast

Un hot lap sulla famosa collina di Goodwood a bordo dell'ultimo V12 della Ferrari

Mi faccio strada tra la folla. Le Ferrari sono sempre tra le protagoniste del Goodwood Festival of Speed e nel Supercar Paddock spesso si fatica a vedere le auto tante sono le persone presenti. Ma ho un appuntamento da rispettare, quindi devo assolutamente farmi avanti. Do il mio nome, mi fanno passare, ed eccomi al cospetto delle Ferrari.

 

Sono il fortunato che salirà la collina con la Ferrari 812 Superfast, la super-GT da 800 CV che segna un nuovo record per il leggendario V12 di Maranello. È il motore aspirato più potente del mondo. E io mi godrò tutta sua irruenza davanti alla folla di Goodwood.

Rob Barff è il pilota che scatenerà la 812 Superfast sul famoso tracciato di Goodwood. È un pilota esperto di GT e LMP. "Ti piacerà moltissimo! mi dice. E aggiunge sorridendo: “Quasi quanto a me..!”

 

Chiudo bene la giacca del Ferrari team, afferro il casco e mi dirigo verso la Superfast giallo brillante. Mi metto il casco, salgo in macchina, allaccio le cinture e aspetto super emozionato che Rob faccia lo stesso. “Pronto?” dice, poi accende il V12. Un rombo rompe il silenzio. La folla si gira e guarda, in attesa. Rob ruota il Manettino e la asseconda: preme al massimo l'acceleratore, il motore ruggisce, le ruote posteriori slittano: una derapata a dir poco spettacolare sulla linea di partenza di Goodwood.

 

“Scegli”, dice Rob: "Partenza veloce launch control o sgommata?" Scelgo la prima opzione. Voglio che la mia corsa sulla Superfast sia la più veloce possibile. Ci avviciniamo alla linea di partenza, in attesa del segnale: quando arriva, Rob reagisce all'istante e ci lanciamo, sfrecciando sulla salita di Goodwood ad un ritmo furioso.

La Ferrari 812 Superfast verso la linea d'arrivo del circuito di Goodwood  Foto: Motoring Research

L'accelerazione è incredibile. È come se lo stomaco fosse rimasto sulla linea di partenza. Rob si lancia verso la prima curva e non frena finché non ci siamo dentro - siamo appena partiti ed è già fantastico. Ho chiesto velocità e mi sta accontentando, guidando la 812 Superfast con precisione millimetrica. Il motore V12 ha un sound strepitoso e l'aderenza delle gomme è infinita, come la concentrazione di Rob al volante.

 

Mi guardo sullo schermo video a lato del tracciato di Goodwood: le telecamere riescono a malapena a tenere il passo e la folla si è radunata per assistere allo spettacolo. Guardo indietro e vedo il famigerato muro di selce sfrecciare a pochi millimetri da noi: Rob ha eseguito un capolavoro di guida di precisione. E poi, davanti a me, vedo il traguardo. Acceleriamo alla massima velocità, la bandiera sventola e alla fine la 812 può riprendere fiato. E io anche.

 

Ho le mani che tremano, gli occhi spalancati e non riesco a parlare. "Come è andata?" chiede Rob mentre ci dirigiamo verso il paddock. “Pazzesco,” dico senza fiato. "Semplicemente pazzesco ... grazie!" Rob sorride di nuovo. "Figurati, mi sono divertito molto anch'io. E domani lo farò di nuovo..."