Auto

I media testano la SF90 STRADALE

I media testano la SF90 STRADALE

La SF90 Stradale, il cui nome richiama la celebrazione dei 90 anni della Scuderia Ferrari e sottolinea il legame tra il mondo delle corse e il DNA del Cavallino Rampante, è stata guidata per la prima volta dalla stampa specializzata

La leggendaria Pista di Fiorano, le verdi colline che circondano Maranello e un bolide ibrido da 1000cv che segna una svolta epocale per Ferrari: quale modo migliore per dare il via all’estate che testare la SF90 Stradale, supercar di gamma del Cavallino Rampante?

Per tutto il mese di giugno, oltre 30 giornalisti provenienti da tutta Europa e appartenenti alle più prestigiose testate di settore hanno potuto prendere contatto con la vettura sia sul circuito dove è stata sviluppata sia su un percorso stradale che alternava parti più guidate ad altre a scorrimento veloce. 

Il test drive ha esaltato le caratteristiche della SF90 Stradale, che si avvale – prima assoluta per un’auto di serie della Casa di Maranello – della tecnologia ibrida PHEV. La vettura offre livelli prestazionali mai visti su una vettura di serie: oltre ai già citati 1000 cv di potenza massima, il rapporto peso/potenza di 1,57 kg/cv e i 390 kg di carico aerodinamico a 250 km/h (nella versione Assetto Fiorano) portano l’auto al vertice della categoria e, per la prima volta nella storia di Ferrari, permettono a una vettura V8 di porsi al vertice della gamma.

La stampa intervenuta si è detta unanimemente entusiasta della velocità, delle emozioni e della facilità di guida che la SF90 Stradale è in grado di garantire, oltre che positivamente stupita dal cambio di passo che rappresenta per la line-up della Casa di Maranello.

“La SF90 Stradale apre le porte di una dimensione del tutto nuova. Qui non si parla di guida, handling o tecnologia: questa è pura magia. Non ci stancheremo mai di dirlo: gli ingegneri di Maranello sono veri e propri maghi”, ha commentato Laurent Chevalier, redattore del rinomato magazine francese Sport Auto. La stragrande maggioranza dei giornalisti è inoltre stata concorde nel sottolineare come i molti sistemi presenti all’interno della vettura (citiamo solamente i tre motori elettrici che permettono alla SF90 Stradale di percorrere fino a 25 km in modalità full-electric e il nuovissimo HMI con volante touch e schermo curvo da 16”) non rendono l’esperienza di guida più complessa per il pilota; al contrario, la loro integrazione fluida e ordinata consente di avere sempre sotto controllo tutti gli aspetti correlati alla guida al solo tocco di un pulsante.

Insomma, per dirla con le parole di Martin Urbanke di Auto Zeitung (Germania), “l’elenco di tutte le novità tecniche della SF90 Stradale richiederebbe pagine e pagine, quindi andiamo dritti al punto: la vettura è la Ferrari più veloce, più potente, più avanzata e più semplice da guidare che il Cavallino Rampante abbia mai creato”.

 

Ferrari