Auto

LA LEGITTIMA EREDE

LA LEGITTIMA EREDE

Per la prima volta dopo cinquant'anni Maranello produce una V12 spider di serie. Vi presentiamo la 812 GTS: radicata nel passato, proiettata nel futuro
di

Kevin M. Buckley

L’eleganza delle linee classiche combinata all’estrema potenza del motore V12 resero estremamente ambita la spider 365 GTS4 fin dal suo debutto nel 1969, facendole guadagnare lo status di “auto di culto”, soprattutto negli Stati Uniti.

I rinnovati sistemi di sospensione e controllo rendono la guida piacevole quanto quella della 812 Superfast   <em> Foto: Giuliano Koren</em>
I rinnovati sistemi di sospensione e controllo rendono la guida piacevole quanto quella della 812 Superfast Foto: Giuliano Koren

Oggi, la 812 GTS spider a motore V12 anteriore riaccende il sogno dei 12 cilindri.

Pur rievocando quella parte leggendaria della storia del marchio di fine anni Sessanta, la sua tecnologia sofisticata la rende una novità ultra moderna della scuderia Ferrari.

La 812 GTS accelera da 0 a 100 km/h in meno di tre secondi e raggiunge una velocità massima di 340 km/h. A tetto aperto, il rombo del motore e l’esclusivo sistema di scarico interconnesso che ne amplifica il sound regalano ai passeggeri un’esperienza sensoriale straordinaria. Anche il sistema di combustione è stato ottimizzato, il tutto mantenendo la stessa potenza da 800 cv della 812 Superfast.

Di recente, la 812 GTS è partita da Maranello per fare un giro nelle campagne dell’Emilia-Romagna fino a Castell’Arquato. A metà strada tra Piacenza e Parma, questa località incantevole che conta meno di cinquemila abitanti è uno dei borghi medievali meglio conservati del Bel Paese. Le spesse mura di pietra e le stradine acciottolate di questo centro situato sulla riva sinistra del torrente Arda attirano visitatori da tutta Italia, desiderosi di assaporare le bontà gastronomiche di una regione rinomata per la sua cucina.

L’arrivo in una location così ricca di storia ha fornito alla nuova Ferrari

l’occasione per sfoggiare tutta la sua eleganza. Due pinne sospese sormontano il tonneau, sotto al quale scompare il tetto, al semplice tocco di un pulsante. È classica, tradizionale, ma con un piglio decisamente moderno.

La 812 GTS, fotografata nel borgo medioevale di Castell'Arquato   <em>Foto: Giuliano Koren</em>
La 812 GTS, fotografata nel borgo medioevale di Castell'Arquato Foto: Giuliano Koren

Nel percorrere abilmente le storiche strade di Castell’Arquato, questa vettura mozzafiato richiama la storia del marchio e, al contempo, grazie ad una tecnologia all’avanguardia, proietta il glorioso V12 verso una nuova era.

Le antiche superfici acciottolate e le forti pendenze hanno messo alla prova i sistemi di sospensione e di controllo aggiornati della 812 GTS, dimostrando che la versione spider si comporta esattamente come la 812 Superfast.

Ferrari