Currently browsing tag

direttore

La più grande delle libertà

La più grande delle libertà

Una storia vera, anche se surreale: l’emozione vissuta della fine della più cruenta delle guerre, in situazioni degne di un film da non perdere

Spiriti liberi

Spiriti liberi

Come possono gli sport motoristici adattarsi ai tempi moderni per attrarre la net generation, cresciuta in un nuovo contesto socioeconomico e con una diversa
concezione della libertà e della mobilità?

Verso Sud

Verso Sud

La regione messicana della Baja California, a sud del confine degli Stati Uniti, è la terra della mitica Baja 1000, il rally che si svolge su un fondo sconnesso da Ensenada a La Paz

Fellini e l’avventuriera

Fellini e l’avventuriera

Siamo noi, con la conoscenza e coi ricordi, a dare valore ed emozione alle cose. Le auto classiche, i raduni e gli eventi, come la Targa Florio, fanno rivivere anni felici e spensierati, quando l’automobile era anche strumento di avventurose conquiste

Oltre i limiti

Oltre i limiti

Il lampo del flash che ti fotografa sotto la galleria perché hai superato il limite di velocità, il segnale acustico che ti avvisa della presenza di un radar, sono la parte meno piacevole del tema affrontato in questo numero, quello del suono e della luce. Ma in automobile, ormai, siamo abituati anche a questo e tanto vale parlarne

Pensare libero

Pensare libero

Una Ferrari molto speciale, solo per divertirsi fuori da ogni regola. Un desert buggy pensato per il progetto Ferrari World Abu Dhabi e rimasto nel cassetto. Follia? E perché mai, in un mondo dove il progresso appiattisce le idee e l’immaginazione? Il misticismo Ferrari lo nobilita. Se vi piace e lo vorreste avere, scrivetemi: antonio.ghini@ferrari.com

Lo stile nella guida e la realtà virtuale

Lo stile nella guida e la realtà virtuale

Come cambiamo il nostro stile in funzione dei momenti e delle circostanze?
E’ la realtà che ci costruiamo in testa a farci cambiare i comportamenti anche in modo divertente…

La Sirena di Maranello

La Sirena di Maranello

Questa storia non potrebbe più succedere oggi, con internet e telefonini che accorciano tutti i circuiti e programmi televisivi che fanno vincere milioni in un istante. Peccato. Peccato perché è una storia fantastica per chi l’ha vissuta inseguendo la magica musica dei motori V12 che arrivava da Maranello