LOADING ...
Eventi
08/08/2017

La Ferrari a Pebble Beach

Mentre il Concorso d'Eleganza di Pebble Beach 2017 si prepara a festeggiare la Ferrari, ripercorriamo i sogni californiani del Cavallino

Il 17 agosto gli impeccabili fairway di Pebble Beach ospiteranno ancora una volta l'annuale Concours d'Elegance. Le più belle vetture provenienti da tutto il mondo raggiungeranno questo tranquillo tratto di costa californiana per celebrare i più grandi successi automobilistici dell'umanità.

 

Quest'anno promette di essere particolarmente interessante per i festeggiamenti del 70° Anniversario della Ferrari: sono previste classi speciali per le vetture da corsa storiche e per gli esemplari unici del marchio. Ferrari North America organizzerà il suo concorso per i 70 anni del Cavallino il sabato, invitando il pubblico a festeggiare questo importante traguardo lungo la leggendaria diciottesima buca.

Ferrari Classiche al Concours d'Elegance del 2015

Il Concours d'Elegance affonda le sue radici nella Parigi del XVII secolo, quando la facoltosa nobiltà si incontrava per esibire carrozze squisitamente lavorate e l'opulenza di una ricchezza improbabile – in breve un "Cars and Coffee" di lusso per una generazione in calzamaglia e parrucche.

 

E, quando le stravaganti carrozze cedettero il passo alle non meno straordinarie automobili, il bisogno di condividere, confrontarsi e competere si fece più forte.

 

Quando nel 1950 nacque Pebble Beach, seguì il formato dell'ormai consolidato Concorso d'Eleganza Villa D'Este, ma qui l'attrazione principale era la corsa su strada organizzata dallo Sports Car Club of America, sulla cui scia si sarebbe poi sviluppato il concorso statico.

 

Non sorprende che proprio qui la Ferrari iniziò a farsi strada nei circoli di auto sportive americani: le sue 166 MM e 212, inconsuete ma agili, si dimostrarono molto promettenti nei primi anni '50 contro concorrenti statunitensi più pesanti e rudimentali. 

Jack McAfee a Pebble Beach Road Race nel 1956  Foto: Jim Sitz

In definitiva, la Ferrari avrebbe vinto quattro gare su sette prima che l'evento venisse interrotto per motivi di sicurezza nel 1956. Il marchio si assicurò così un posto a Pebble Beach e nel corso degli anni è rimasto un elemento vitale di questo paesaggio elitario e esotico.

 

Fin dagli anni '60, i concorsi sono cresciuti costantemente in termini di dimensioni e di importanza, e ora­ vetture del periodo prebellico e postbellico vengono giudicate con attenzione in base a un'entusiasmante combinazione di condizioni e originalità.

 

Grazie al restauro, le auto vincitrici sono spesso in condizioni migliori di quando hanno lasciato la fabbrica, impeccabili in ogni dettaglio, con ogni componente rinnovato al suo stato originale. Si esige la perfezione e immancabilmente la si supera.

 

Ferrari di ogni epoca sono state protagoniste nel corso degli anni, ottenendo ammirazione e riconoscimenti nelle classi corsa e strada, ma fu solo nel 2014, quando una 375 MM Scaglietti Coupé del 1954 si aggiudicò l'ambito titolo di Best of Show, che la Ferrari ottenne la prima vittoria assoluta e che un'auto del dopoguerra riuscì a vincere il concorso: non accadeva dal lontano 1968.

Qui l'attenzione ai dettagli non conosce compromessi, la competizione è spietata. Un aneddoto su Pebble Beach anni '60: una partecipante dichiarò di essere arrivata tardi a un party pre-evento perché aveva dovuto pulire il sottovettura della sua auto con il solvente per unghie di Christian Dior.

 

Il palcoscenico è pronto; per quanto dura possa essere la competizione nel 2017 e qualunque sia il risultato, sarà certamente un anno indimenticabile per la Ferrari e i suoi fan.



Eventi
Come nasce lo stand Ferrari al Motorshow di Parigi Continua a leggere 
10/10/2016
Eventi
Settanta Ferrari classiche in Toscana Continua a leggere 
03/05/2017