Accadde oggi – 8 dicembre

Accadde oggi – 8 dicembre

Estimated reading time: 2 minutes

L’8 dicembre 2004 si svolse sulla pista di Fiorano un test a sorpresa, non tanto per il fatto che una Formula 1 girasse fuori stagione – all’epoca era la norma – quanto per il pilota. Nell’abitacolo della F2004 che aveva da poco portato Michael Schumacher e la Scuderia alla conquista della quinta doppietta iridata consecutiva e si era aggiudicata 15 delle 18 gare cui aveva preso parte si sedette non una giovane promessa ma un uomo che, quasi trent’anni prima, aveva scritto pagine importanti nella storia della squadra: Carlos Reutemann.

L’argentino era arrivato il giorno precedente a Maranello per tornare a trovare quella Ferrari che lo aveva visto protagonista nella seconda metà degli anni Settanta – Reutemann fu pilota ufficiale dalla fine della stagione 1976 al 1978, vincendo un titolo Costruttori (1977) e cinque Gran Premi. Accolto dal Direttore Generale Jean Todt, Reutemann aveva visitato sia la Gestione Sportiva che la Gestione Industriale e si era intrattenuto al telefono con il Presidente Montezemolo, impegnato in quel momento in Cina. Proprio dalla conversazione con il direttore sportivo della sua esperienza ferrarista nasceva l’idea di un test con la vettura che ha vinto i titoli Piloti e Costruttori quest’anno. Così la mattina del giorno successivo Reutemann arrivò a Fiorano dove lo attendevano ingegneri e meccanici per un test davvero insolito. Ai piedi le scarpette che utilizzava nella sua carriera sportiva e in testa il casco con i suoi colori, il giallo e il blu, Lole effettuò un paio di run, completando in totale diciassette giri.

“E’ stata un’esperienza indimenticabile” – disse Reutemann alla fine –“Voglio ringraziare la Ferrari per aver organizzato questo test pur in una giornata di festa e per avermi fatto provare questa emozione, mi sono divertito moltissimo! La macchina è impressionante, soprattutto per quello che riguarda la potenza del motore. E’ tutta un’altra cosa rispetto alle monoposto che guidavo ai miei tempi. Dalla televisione può sembrare facile la Formula 1 di oggi ma, dopo averlo provato con mano, posso dire che non è affatto così!”

To get more of The Official Ferrari Magazine mix of people, lifestyle, arts and culture: Subscribe now