Ho guidato il simulatore e mi sento pronto per la pista

Pistunzen si è montato la testa e vorrebbe affiancare Alonso e Massa

Estimated reading time: 1 minute

Sono un po’ arrossito quando il tecnico del simulatore mi ha messo il cuscino dietro alle spalle perché facevo fatica arrivare al volante e ai pedali. Pistunzen alla guida non è cosa da tutti i giorni: quando sei dentro nel motore, a guidare è sempre un altro! Però aver guidato il simulatore della Formula 1 mi ha fatto sentire davvero un pilota: la cosa più emozionante è quanto si vada forte e soprattutto come la monoposto sia appiccicata a terra come se fosse una gomma da masticare. Più vai forte più sta lì.

Poi ci sono le complicazioni, questo lo dovevo prevedere: quando arrivi a 320 all’ora alla fine del rettilineo di Monza e devi frenare per entrare in una chicane da fare a 70 all’ora puoi andare un po’ in confusione. Ma dopo un paio di giri impari e ti domandi: ma quei due maialini di Alonso e Massa per divertirsi così vogliono anche essere pagati?! Io sarei pronto a pagare per fare il lor mestiere (peccato che lo farei malissimo…).

To get more of The Official Ferrari Magazine mix of people, lifestyle, arts and culture: Subscribe now