Cavalcade magica Italia

Ferrari Cavalcade 2012 2013

Sarà la Toscana coi suoi tesori, i suoi vigneti ed il suo splendido circuito, ad ospitare Cavalcade 2013. L’edizione numero uno, disputata a fine giugno con presenze da ogni parte del mondo, ha mostrato come un cocktail fatto di guida, belle strade, luoghi magnifici e calda ospitalità, diventi una formula dal grande potenziale. L’album fotografico 2012 prelude a nuove edizioni che, anno dopo anno, porteranno in diverse regioni d’Italia. Tutte da scoprire.

Estimated reading time: 4 minutes

L’Italia e un paese speciale, che riserva sorprese note e scoperte inattese. Cavalcade ha interpretato queste due anime del paese Italia: sorprese note sono venute prima di tutto da Ferrari che ha voluto riunire un gruppo dei suoi più appassionati clienti in un evento loro dedicato ed ha aperto, per la prima volta, anche i segreti del suo centro stile. Poi ci sono state anche quelle degli autodromi di Imola, Fiorano e Mugello, che fanno parte della storia dell’automobilismo, così come quella della splendida Piazza della Signoria a Firenze trasformata, per una volta ed eccezionalmente, in un museo a cielo aperto.

“Il lungo serpente di vetture partecipanti si è via via imbattuto in luoghi e situazioni piacevolmente sorprendenti”

Se queste sono sorprese comunque note, nel senso che sono conosciute, ma che quando vengono vissute con la propria Ferrari assumono un significato speciale, le scoperte inattese sono state tante. Il lungo serpente di vetture partecipanti che ha incuriosito il pubblico per la varietà di bandiere nazionali diverse applicate alla carrozzeria, quasi si trattasse delle Olimpiadi, si è via via imbattuto in luoghi e situazioni piacevolmente sorprendenti: pensiamo alla cittadina di Lugo, patria di Francesco Baracca e quindi del Cavallino Rampante, alle bellissime strade degli Appennini e alle valli addormentate del delta del fiume Po, fino a una città come Bologna, difficile da scoprire ma che, una volta conosciuta, è destinata ad essere amata per sempre.

Sarà proprio sulla straordinarietà italiana che verrà costruita Cavalcade 2013. Strade e luoghi saranno diversi, perché lo scenario abbraccerà interamente la Toscana con i grandi produttori di vini, i loro palazzi e le loro antiche cantine, l’arte che ha avuto nel Rinascimento il suo momento più noto, ma che ha abbellito non solo Firenze, ma Siena, Pisa e tanti, tanti luoghi spesso sconosciuti agli stessi italiani.

E poi la guida, non solo in pista, ma nello straordinario tobogan, contornato da cipressi, ulivi e campi d grano, che si spinge fino alle pendici del monte Amiata e alle località delle antiche terme romane ed etrusche. Dopo il primo anno di rodaggio, lo spirito dell’evento è perfettamente colto e l’organizzazione saprà rispondere alle legittime aspettative dei partecipanti nel migliore dei modi.

Raffinatezza ed originalità.
I partecipanti hanno potuto godere anche delle attenzioni di importanti partner che hanno voluto legare il proprio nome all’edizione inaugurale di Cavalcade. La riuscita di un evento complesso e votato all’eccellenza, come Cavalcade, trova nei partner che “desiderano esserci” – questa è la chiave, voglia di essere con persone eccellenti in momenti speciali – un supporto prezioso.

In testa a tutti, per Cavalcade 2012, è stato un antico e molto reputato produttore di tessuti pregiati, la Vitali Barberis Canonico, che da 300 anni produce le stoffe degli abiti di raffinati clienti che vivono in ogni parte del mondo. Una prerogativa che Francesco Barberis Canonico, erede col cugino Alessandro della dinastia, ha voluto confermare offrendo un particolare taglio d’abito, tessuto appositamente per Ferrari, ai partecipanti. Tra l’altro, nella visita in fabbrica a Maranello, tutti hanno potuto vedere come la Vitali Barberis Cannonico sia il fornitore dei tessuti del progetto Tailor Made Ferrari: nello show room era infatti esposta la raffinatissima FF con sedili in gessato grigio che conferma la solidità di questa collaborazione.

“Sarà proprio sulla straordinarietà italiana che verrà costruita Cavalcade 2013. E lo scenario abbraccerà interamente la Toscana”

Le attenzioni per i partecipanti non si sono limitate a questo: in ogni stanza la Ceramica Serenissima ha fatto trovare due grandi piatti col simbolo di Cavalcade ed il numero di gara di ciascun concorrente mentre l’abbigliamento della Fay e gli occhiali Web hanno completato il look.
O, meglio, hanno contribuito al look che ha avuto un tocco prezioso, vista la temperatura e il sole che ha accompagnato la manifestazione, attraverso un raffinato Panama della Borsalino. Un segno di continuità dopo la partnership che ebbe luogo ai tempi dei 60 anni di Ferrari durante il Concours D’Elegance e che, questa volta, si è spinta alla proposta di un Panama in foggia femminile, per le signore, risultato particolarmente gradito.

Pubblicato su The Official Ferrari Magazine n.18 di settembre 2012

To get more of The Official Ferrari Magazine mix of people, lifestyle, arts and culture: Subscribe now